Vai al contenuto
  • Benvenuto su ODONTOline.it - Forum per Odontoiatri

    Benvenuto su ODONTOline, Network dedicato all’Odontoiatria.
    Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Risposte migliori

Giacomo Tarquini
STAFF
Inviato (modificato)

Viene presentato un caso clinico di impianto post-estrattivo immediato associato a procedura di GBR con membrana intenzionalmente esposta.

 

Immagine clinica preoperatoria dell' elemento 1.7 che evidenzia l' ampio coinvolgimento della forcazione buccale (Grado 2)

 

Diapositiva1.JPG.da2d9385a6943b17342327309129a7f8.JPG

 

Esami radiografici pre-operatori

 

Diapositiva2.JPG.7a93c37806eb2696ff539664465af6b6.JPG

 

Diapositiva3.JPG.fe45f1b0e21e0595b81dc4f982d309c2.JPG

 

Dopo aver vagliato tutte le possibili alternative terapeutiche, si decide per l' estrazione dell' elemento 1.7 e la sua sostituzione con un impianto immediato

 

Diapositiva4.JPG.9f55dcd9daef80f9afaaa8a1b912e058.JPG

 

Il sollevamento del lembo consente di evidenziare la lesione della forcazione radicolare

 

Diapositiva5.JPG.73ff7b2a80b2c1061989def1922c8f3d.JPG

 

Estrazione atraumatica mediante dispositivo piezoelettrico

 

Diapositiva6.JPG.6aec6c40320b41f98eb74f2835aa53f5.JPG

 

Inserimento di un impianto post-estrattivo immediato: mediante inserti piezoelettrici dedicati è possibile sfruttare il residuo setto inter-radicolare per ottenere una soddisfacente stabilità primaria

 

Diapositiva7.JPG.9a9e661f5c5fe109d26a49ea1c006778.JPG

 

Diapositiva8.JPG.a2c6f249c045a3eca3191a05d7f83d2a.JPG

 

L' ampia esposizione della superficie implantare indica una procedura di GBR (particolare della membrana in pericardio)

 

Diapositiva9.JPG.15b406f0dde82b3bb1e8d90f786428ed.JPG

 

Diapositiva10.JPG.6e043f0ed317e22dea761ab803b17bac.JPG

 

Inserimento di un biomateriale di origine eterologa

 

Diapositiva11.JPG.4c1013eedc47a750583ff29335f27648.JPG

 

Diapositiva12.JPG.5241a7f3e0bab2f4cea25d7ad5ddacad.JPG

 

Fissaggio della membrana mediante pins in titanio

 

Diapositiva13.JPG.7e719ec135ed86db8595abe5ede3b7b3.JPG

 

Al fine di limitare la morbilità post-operatoria conseguente alla mobilizzazione del lembo (necessaria al raggiungimento di una chiusura per prima intenzione) la membrana viene lasciata intenzionalmente esposta (Lazzara, IJPRD 1989)

 

Diapositiva14.JPG.546291c08bd3c5b8e218e36ec2434ff5.JPG

 

Riferimenti bibliografici

 

Diapositiva19.jpg.19ca28836283c0d3f640dad7484071bb.jpg

 

Follow-up radiografico (post-operatorio)

 

Diapositiva15.JPG.ac935c13b5ef0691f01c271ffd573331.JPG

 

Aspetto dei tessuti molli al termine della guarigione (6 mesi)

 

Diapositiva16.JPG.e30fabb52018ac24c5769612fb6570ae.JPG

 

Corona protesica definitiva in situ

 

Diapositiva17.JPG.3c60aa5414169de99c6c8d02a2ff2311.JPG

 

Diapositiva18.JPG.237b73952c162d9a087e7034d19df487.JPG

 

un saluto

Giacomo Tarquini

 

 

Modificato da Giacomo Tarquini
  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mario Ruggiero
Sostenitore

Ciao Giacomo, lasciando la membrana in pericardio esposta , in quanto tempo si riassorbe essendo a contatto con i fluidi orali più tutto quello che il paziente ci mette di suo? Esiste il rischio di contaminazione che acceleri la lisi della membrana ed esponga il particolato sottostante?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF
17 ore fa, Mario Ruggiero dice:

Ciao Giacomo, lasciando la membrana in pericardio esposta , in quanto tempo si riassorbe essendo a contatto con i fluidi orali più tutto quello che il paziente ci mette di suo? Esiste il rischio di contaminazione che acceleri la lisi della membrana ed esponga il particolato sottostante?

 

Ciao Mario, in linea di principio la membrana si riassorbe secondo il pattern imposto dalla sua composizione (quindi variabile a seconda che sia collagene, pericardio o altro materiale) anche se naturalmente le collagenasi di origine batterica tendono ad accelerare il processo.

 

Il rischio di contaminazione è estremamente contenuto se viene rispettato scrupolosamente il protocollo che, per motivi di spazio e di tempo, viene illustrato piu' approfonditamente in altre sedi: 

 

https://corsiodontoiatriaecm.it/corso/chirurgia-orale-e-implantare

 

https://www.fadmedica.it/course/97/terapia-chirurgica-delle-atrofie-ossee-razionale-biologico-e-protocolli-operativi

 

un saluto

Giacomo Tarquini

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Davide Lomagno

Caro Giacomo,questo tuo post mi ricorda un articolo, di cui ti avevo parlato tempo fa, di un Jap che lasciava intenzionalmente le membrane in gore, esposte,sia per non dover trazione troppo il lembo, sia per ottenere una banda cheratinizzata alla fine più' presente...io stesso alcuni casi li lascio intenzionalmente esposti, per gli stessi motivi, usando pero' 4/5 membrane di L-Prf "impacchettate/impilate",e anche se non ho foto a riguardo(purtroppo ho solo 2 mani...) ti posso assicurare che sono guarite tutte bene....Ciao

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF
16 minuti fa, Davide Lomagno dice:

un Jap che lasciava intenzionalmente le membrane in gore, esposte

 

Si tratta di Eiji Funakoshi.

 

17 minuti fa, Davide Lomagno dice:

anche se non ho foto a riguardo(purtroppo ho solo 2 mani...) ti posso assicurare che sono guarite tutte bene

 

Non ho dubbi! 😊

 

un saluto

Giacomo Tarquini

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mario Ruggiero
Sostenitore
7 ore fa, Giacomo Tarquini dice:

la membrana si riassorbe secondo il pattern imposto dalla sua composizione (quindi variabile a seconda che sia collagene, pericardio o altro materiale)

🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF

Un utile riferimento bibliografico: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30367733/

 

Un saluto 

Giacomo Tarquini 

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Davide Lomagno

Giacomo,una membrana di L-prf/Prgf..etc,puo' essere considerata  crosslinked o no ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF
Inviato (modificato)
6 ore fa, Davide Lomagno dice:

Giacomo,una membrana di L-prf/Prgf..etc,puo' essere considerata  crosslinked o no ??

 

Il cross-linking è un processo industriale (realizzabile in vari modi) che serve a connettere stabilmente fra di loro le molecole di collagene delle quali una membrana è costituita allo scopo di aumentarne il tempo di protezione e le caratteristiche meccaniche; qui di seguito, uno degli articoli più citati in assoluto su questo argomento: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/17144624/

 

Al contrario, il PRF (in tutte le sue declinazioni) è invece un prodotto completamente differente, caratterizzato da un tempo di protezione infinitamente minore, tanto che la sua reale efficacia in termini di rigenerazione ossea è ancora tutta da dimostrare: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pubmed/28551729/?from_term=Prf+review&from_pos=1

 

Un saluto 

Giacomo Tarquini 

Modificato da Giacomo Tarquini
  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giancarlo Dal Ponte

Ciao, complimenti per l' iconografia.

E' un caso recente oppure hai controlli a distanza?

Mi preoccupava inizialmente la notevole opacità del seno, aspetto classico di una grossa infiammazione cronicizzata, ma vedo che hai operato ugualmente; vorrei quindi capire se poi c'è stata una remissione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

ODONTOline.it

E' una consolidata realtà dell'Odontoiatria italiana, creata da più di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
×