Vai al contenuto
  • Benvenuto su ODONTOline.it - Forum per Odontoiatri

    Benvenuto su ODONTOline, Network dedicato all’Odontoiatria.
    Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Risposte migliori

Giacomo Tarquini
STAFF
4 ore fa, Giancarlo Dal Ponte dice:

Ciao, complimenti per l' iconografia.

E' un caso recente oppure hai controlli a distanza?

Mi preoccupava inizialmente la notevole opacità del seno, aspetto classico di una grossa infiammazione cronicizzata, ma vedo che hai operato ugualmente; vorrei quindi capire se poi c'è stata una remissione.

 

Ottima domanda e ottimo spirito clinico. :su:

 

In realtà, piu' che l' ipertrofia della membrana in sè l' elemento critico era costituito dalla presenza di una discontinuità della corticale (vedi CBCT) causata da una lesione endo-parodontale a partenza marginale. (Simring & Goldberg 1964, Simon & Glick 1972)

 

Per evitare il rischio di creare una COA al momento dell' estrazione dentaria e/o di inserire impianto/biomateriale in un ambiente fortemente settico (presenza di essudato purulento al sondaggio) prima di intervenire è stata effettuata una TC sull' elemento (1.7) che sarebbe stato poi estratto, come si può vedere dalla RX di controllo.

 

RX.jpg.ad0c443c37c843e434ae9ccd3c8b1846.jpg

 

Al momento della seduta operatoria (eseguita qualche mese dopo) e dopo aver controllato la componente infettiva endodontica, non era clinicamente presente alcuna COA ed è stato possibile procedere all' intervento.

 

un saluto

Giacomo Tarquini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giancarlo Dal Ponte

quindi non hai ripetuto cbct... effettivamente facevo fatica a confrontare cbct postata con aspetto chirurgico.

Se invece fosse stata una lesione a partenza endodontica magari la risolvevi con la sola terapia endodontica.

Ma il dente era necrotico?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF
1 ora fa, Giancarlo Dal Ponte dice:

quindi non hai ripetuto cbct...

 

La prescrizione di un esame tipo la CBCT deve avere un giustificativo sufficientemente valido (secondo il principio universalmente accettato e riassunto dall' acronimo A.L.A.R.A.) e, poichè al momento della chirurgia non era presente alcuna COA, a mio giudizio veniva meno qualsiasi indicazione all' esame radiografico.

 

CBCT.jpg.9630c0b26522451b32037f15d086d68c.jpg

 

1 ora fa, Giancarlo Dal Ponte dice:

Se invece fosse stata una lesione a partenza endodontica magari la risolvevi con la sola terapia endodontica.

 

L' argomento delle lesioni endo-parodontali è tanto interessante quanto lungo e complesso da sviscerare in maniera completa; motivo per cui, rimando ad altra sede per tutti gli approfondimenti del caso: https://corsiodontoiatriaecm.it/corso/parodontologia-clinica-dalla-diagnosi-alla-terapia-livello-base

 

1 ora fa, Giancarlo Dal Ponte dice:

Ma il dente era necrotico?

 

Si.

 

un saluto

Giacomo Tarquini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giancarlo Dal Ponte
Il 8/1/2019 alle 12:48, Giacomo Tarquini dice:

 

La prescrizione di un esame tipo la CBCT deve avere un giustificativo sufficientemente valido (secondo il principio universalmente accettato e riassunto dall' acronimo A.L.A.R.A.) e, poichè al momento della chirurgia non era presente alcuna COA, a mio giudizio veniva meno qualsiasi indicazione all' esame radiografico.

 

un saluto

Giacomo Tarquini

Giusto ALARA, tuttavia dopo qualche mese... dopotutto è stata fatta una rx di controllo, e per uno small fov il dosaggio ormai può essere veramente ridotto.

 Forse anche dal punto di vista  M_L un intervento così richiedeva prima un approfondimento radiologico.

Chiedo per confrontarmi, senza spirito polemico, s' intende. :) 

Comunque sto andando leggermente off topic. Avrei altre domande ma mi fermo qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giacomo Tarquini
STAFF
Inviato (modificato)
Il 9/1/2019 alle 16:07, Giancarlo Dal Ponte dice:

Giusto ALARA, tuttavia dopo qualche mese... dopotutto è stata fatta una rx di controllo, e per uno small fov il dosaggio ormai può essere veramente ridotto.

 

Ti sottopongo i dati della review di Harris, che evidenzia le notevoli differenze tra RX endorale e CBCT:

 

RX.thumb.jpg.394cb8b6dc7133fa8987face5e410228.jpg

 

Va Inoltre ricordato che il danno da radiazione in riferimento ai comuni esami di radiodiagnostica è di tipo essenzialmente stocastico o probabilistico e non di tipo deterministico (come ad esempio potrebbe essere il danno acuto); per questo motivo, il fatto che da un esame all' altro siano passati dei mesi è assolutamente irrilevante. 

 

Per ulteriori approfondimenti:

 

Ritz B, Morgenstern H, Froines J and Batts Young B 1999 Effects of exposure to external ionizing radiation on cancer mortality in nuclear workers monitored for radiation at Rocketdyne/Atomics International Am. J. Ind. Med. 35 21-31

Ashmore J P, Krewski D, Zielinski J M, Jiang H, Semenciw R and Band P R 1998 First analysis of mortality and occupational radiation exposure based on the National Dose Registry of Canada Am. J. Epidemiol. 148 564-74

 

Il 9/1/2019 alle 16:07, Giancarlo Dal Ponte dice:

Forse anche dal punto di vista  M_L un intervento così richiedeva prima un approfondimento radiologico.

 

E infatti, PRIMA dell' intervento sono stati eseguiti tutti gli esami radiologici e clinici del caso: li trovi nelle prime slides di questa discussione.

 

Il 9/1/2019 alle 16:07, Giancarlo Dal Ponte dice:

Chiedo per confrontarmi, senza spirito polemico, s' intende. :) 

 

Mai pensata una cosa del genere... 😉

 

Il 9/1/2019 alle 16:07, Giancarlo Dal Ponte dice:

Comunque sto andando leggermente off topic. Avrei altre domande ma mi fermo qui.

 

Sono d' accordo con te: il senso del topic è evidentemente un altro ma, se vuoi, puoi tranquillamente contattarmi via MP; per me sarà un piacere e un onore risponderti.

 

un saluto

Giacomo Tarquini

Modificato da Giacomo Tarquini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

ODONTOline.it

E' una consolidata realtà dell'Odontoiatria italiana, creata da più di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
×