Jump to content

Ordini Di Servizio Post Coronavirus

L'illuminante video pubblicato dal galattico Danilo Savini ci ha insegnato, secondo me, due cose fondamentali.

  • A cosa siamo limitati come operativit√† clinica? Alle urgenze indifferibili, cio√® quelle cose che se non vengono intercettate da noi finiscono in pronto soccorso nei prossimi giorni
  • Preparare degli ordini di servizio

Questa discussione  sarà lo sforzo collaborativo di questo forum per elaborare delle istruzioni per l'uso, con questi obiettivi:

  • Completezza (bisogna coprire tutti i fattori di rischio contagio)
  • Ermeticit√† (se √® roba troppo convoluta e lunga nessuno li legge e tantomeno li mette in pratica)
  • Economicit√†
  • Benvenuto su ODONTOline.it - Forum per Odontoiatri

    Benvenuto su ODONTOline, Network dedicato all’Odontoiatria.
    Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Giacomo Tarquini

Rimozione Di Impianto Endosseo Migrato Nel Seno Mascellare

Recommended Posts

Fabio Bernardello

bravo, molto bravo Giak...!!! Tra l'altro molto belle le immagini cbct pre rimozione che mostrano come l'impianto fosse ormai all'imbocco del COM, l'organismo ha provato ad eliminarlo spontaneamente ma era troppo grosso.ūüėĄ

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF
Il 11/12/2019 alle 17:02, Emilio Corvino dice:

Bellissimo intervento.  complimenti.
Quali sono le considerazioni da fare nella scelta tra un intervento del genere e uno tramite endoscopia?

 

 

La rimozione in endoscopia di un impianto migrato nel seno mascellare può essere realizzata mediante tre differenti accessi:

 

- accesso transnasale (attraverso il meato medio)

- accesso transorale (attraverso la fossa canina)

- accesso transalveolare (attraverso la cresta alveolare)

 

Tralasciando l' accesso transalveolare (poichè generalmente non consente un' adeguata manovrabilità) l' accesso transnasale offre la possibiltà di rimuovere il corpo estraneo e, al contempo, risolvere eventuali patologia dei seni paranasali, ma ha di contro diversi svantaggi: la necessità di trattare il paziente in anestesia generale, la difficoltà di individuare l' oggetto in un seno mascellare patologico (ad es. empiema) e infine il fatto che la localizzazione (ad es. un impianto migrato nel recesso posteriore del seno mascellare) nonché le dimensioni dell' impianto stesso potrebbero limitarne la possibilità di transito attraverso il COM. 

 

Di contro, la rimozione endoscopica per via transorale offre la possibilità di rimozione in ambiente ambulatoriale e in anestesia locale mediante una semplice antrostomia di limitate dimensioni (una finestra di 7 x 7 mm. è generalmente sufficiente) consente una miglior visibilità intraoperatoria, consente di rimuovere impianti anche di grandi dimensioni.

 

Ricordo a tal proposito che il prof. Mario Mantovani qualche anno fa ideò un utilissimo strumento denominato "Antral Retriever" che serve proprio alla rimozione di corpi estranei per via transorale in endoscopia.

 

Spero di averti risposto in maniera sufficientemente esauriente.

 

Un saluto

Giacomo Tarquini 

Edited by Giacomo Tarquini
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco Aizicovici

Bel caso, complimenti. 

Ovviamente in questi casi eventuali elevazioni ossee tipo GRS vengono eseguite in un secondo momento, a che distanza di tempo consigli di intervenire?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF
Il 13/12/2019 alle 09:09, Marco Aizicovici dice:

Bel caso, complimenti. 

Ovviamente in questi casi eventuali elevazioni ossee tipo GRS vengono eseguite in un secondo momento, a che distanza di tempo consigli di intervenire?

 

 

Numerosi lavori (sia su modello animale che umano) hanno dimostrato che la membrana di Schneider si riforma in circa 2 settimane dopo la sua rimozione, sebbene ad un livello relativamente incompleto (Stammberger, Knowlton, Gorham, Forsgren).

 

Alla luce di questa considerazione è consigliabile attendere fino a 4 settimane prima di un eventuale rientro chirurgico (Mahesh).

 

Un saluto 

Giacomo Tarquini 

Edited by Giacomo Tarquini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Davide Lomagno

dove si può' trovare il dispositivo antral remover ?

trovato...W san google...

http://europepmc.org/article/PMC/5159913

tra l'altro la pinza illustrata ce l'ho gia... ¬†ūüôā

Edited by Davide Lomagno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Questo è l'articolo di Mantovani pubblicato su J Craniofac Surg nel 2011: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22075827-antral-retriever-and-displaced-dental-implants-in-the-maxillary-sinus/

 

Un saluto 

Giacomo Tarquini 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

ODONTOline.it

E' una consolidata realt√† dell'Odontoiatria italiana, creata da pi√Ļ di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
√ó