Jump to content
  • Benvenuto su ODONTOline.it - Forum per Odontoiatri

    Benvenuto su ODONTOline, Network dedicato all’Odontoiatria.
    Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Giacomo Tarquini

Rigenerazione Ossea Guidata Nel Mascellare Anteriore Atrofico Con Membrane Riassorbibili

Recommended Posts

Giacomo Tarquini
STAFF

Viene presentato un caso clinico di Rigenerazione Ossea Guidata (G.B.R.) per risolvere una vasta atrofia ossea nel mascellare anteriore secondaria ad estrazione dell' elemento 1.3 ritenuto: l' immagine CBCT mostra la situazione dei tessuti duri dopo l' estrazione dell' elemento incluso

 

post-729-0-52328700-1489583165_thumb.jpg

 

In seguito, vengono programmate anche le estrazioni degli elementi 5.3 e 1.2 poiche' giudicati non mantenibili

 

post-729-0-62167000-1489583168_thumb.jpg

 

Aspetto del sito atrofico con il quale il pz si presenta alla nostra osservazione al termine del periodo di guarigione dei tessuti molli

 

post-729-0-36556700-1489583173_thumb.jpg

 

post-729-0-66591600-1489583178_thumb.jpg

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Dopo aver scheletrizzato l' area di interesse, e' possibile apprezzare un vasto difetto osseo con estrinsecazione prevalentemente palatale

 

post-729-0-23249000-1489584691_thumb.jpg

 

post-729-0-49745800-1489584695_thumb.jpg

 

Si esegue una procedura di lembo palatino assottigliato

 

post-729-0-41842600-1489584808_thumb.jpg

 

post-729-0-91165100-1489584811_thumb.jpg

 

Si verifica il grado di passivita' del lembo buccale

 

post-729-0-80755800-1489584815_thumb.jpg

 

 

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Accesso alle cavita' midollari mediante inserto piezoelettrico

 

post-729-0-72865700-1489584904_thumb.jpg

 

Inserimento di 2 impianti in sede 1.3 e 1.2 (aspetto occlusale)

 

post-729-0-13484900-1489584908_thumb.jpg

 

Inserimento di 2 impianti in sede 1.3 e 1.2 (aspetto buccale)

 

post-729-0-90121000-1489584911_thumb.jpg

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Una membrana barriera di tipo riassorbibile in pericardio eterologo viene allocata a protezione del difetto osseo e fissata sull' aspetto palatale

 

post-729-0-75601200-1489585070_thumb.jpg

 

Il difetto viene innestato con un biomateriale di origine eterologa

 

post-729-0-73984300-1489585073_thumb.jpg

 

post-729-0-90721400-1489585076_thumb.jpg

 

La membrana barriera viene riflessa sul versante buccale e fissata con pins in titanio

 

post-729-0-47613100-1489585081_thumb.jpg

 

Una seconda membrana viene posizionata e fissata mediante pins in titanio secondo il protocollo suggerito da Buser e von Arx

 

post-729-0-20332100-1489585085_thumb.jpg

 

post-729-0-51092200-1489585088_thumb.jpg

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Sutura in doppia linea con filo riassorbibile

 

post-729-0-38597600-1489585333_thumb.jpg

 

post-729-0-15442300-1489585336_thumb.jpg

 

RX di controllo postoperatoria

 

post-729-0-34214800-1489585340_thumb.jpg

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Al termine di un adeguato periodo di guarigione si procede al controllo clinico e radiografico del sito

 

post-729-0-58371800-1489585484_thumb.jpg

 

post-729-0-19532400-1489585487_thumb.jpg

 

RX di controllo a 6 mesi

 

post-729-0-84864300-1489585490_thumb.jpg

 

Come spesso accade in seguito a interventi di chirurgia ricostruttiva, la gengiva aderente viene giudicata insuffciente per spessore e ampiezza

 

post-729-0-02189500-1489585494_thumb.jpg

 

post-729-0-60600700-1489585496_thumb.jpg

 

 

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

La scopertura degli impianti viene effettuata mediante lembo a spessore parziale posizionato apicalmente

 

post-729-0-80827400-1489585728_thumb.jpg

 

Rimozione dei mezzi di sintesi

 

post-729-0-45540900-1489585731_thumb.jpg

 

Aspetto dell' area rigenerata

 

post-729-0-76495700-1489585734_thumb.jpg

 

Confronto tra la situazione pre e postoperatoria

 

post-729-0-66721000-1489585737_thumb.jpg

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Applicazione delle healing screws

 

post-729-0-68943000-1489585893_thumb.jpg

 

Allo scopo di aumentare lo spessore della gengiva aderente una matrice collagenica tridimensionale viene suturata nell' intradosso del lembo a riposizionamento apicale

 

post-729-0-75221100-1489585895_thumb.jpg

 

post-729-0-77574300-1489585899_thumb.jpg

 

Particolare della matrice collagenica tridimensionale

 

post-729-0-91106500-1489585910_thumb.jpg

 

Sutura con punti a materassaio orizzontale incrociati

 

post-729-0-53199900-1489585913_thumb.jpg

 

post-729-0-23033600-1489585916_thumb.jpg

 

 

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Controllo RX endorale

 

post-729-0-43064200-1489586125_thumb.jpg

 

Le immagini seguenti testimoniano l' incremento nella qualita' e quantita' dei tessuti moli

 

post-729-0-01923700-1489586128_thumb.jpg

 

post-729-0-81261300-1489586145_thumb.jpg

 

Confronto tra la condizione pre e postoperatoria (protesi provvisoria in situ)

 

post-729-0-73801400-1489586149_thumb.jpg

 

post-729-0-15345700-1489586153_thumb.jpg

 

post-729-0-05682100-1489586156_thumb.jpg

 

Il pz viene di seguito reinviato al Collega di riferimento per la finalizzazione protesica

 

un saluto

Giacomo

 

 

Edited by Francesco Simoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giuseppe Riccardi

complimenti per il caso condotto con la solita maestria

hai valutato la possibilita' di usare inserire un solo impianto in zona 13 protesizzando il 12 come cantilever?

esteticamente si ha piu' margine di manovra in questa maniera

eliminando lo spazio interimplatare dove la papilla non e' mai naturale e ottenendo un incisivo laterale piu' corto

ciao giuseppe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

ODONTOline.it

E' una consolidata realtà dell'Odontoiatria italiana, creata da più di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
×