Jump to content
  • Benvenuto su ODONTOline.it - Forum per Odontoiatri

    Benvenuto su ODONTOline, Network dedicato all’Odontoiatria.
    Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Giacomo Tarquini

Gestione Di Un Impianto Malposizionato In Zona Estetica: Descrizione Di Un Caso Clinico

Recommended Posts

Giacomo Tarquini
STAFF

Introduzione:

L' inserimento di impianti postestrattivi immediati in zona estetica costituisce una sfida sia per il chirurgo che per il protesista: quando un impianto viene posizionato in maniera non ideale, il confezionamento di una protesi esteticamente valida può rivelarsi difficile se non impossibile (Hammerle, IJOMI 2004).

I malposizionamenti meno severi possono essere corretti protesicamente (Moraguez, IJED 2015) mentre nei casi piu' gravi l' impianto può essere lasciato sommerso (Samborski, JOI 2001), riposizionato mediante osteotomie segmentali (Stacchi, IJPRD 2008) oppure rimosso e sostituito immediatamente con un altro impianto inserito in posizione corretta.

 

Descrizione del caso clinico:

Viene descritto un protocollo di sostituzione immediata di un impianto malposizionato in zona estetica con un altro correttamente inserito mediante tecnica ultrasonica e associato a procedura di rigenerazione ossea guidata (GBR).

 

Diapositiva1.JPG.3e49a42249a21a01e76cf008f03c79f9.JPG

 

Diapositiva2.JPG.9e8c685b688014128952eec9b87c652f.JPG

 

Diapositiva3.JPG.35653fe5294e12fd4fd6dffd3518b4ad.JPG

 

Diapositiva4.JPG.886297a3dd7598300211b41b7b3d6d83.JPG

 

Diapositiva5.JPG.052fdefa8159b7a0acaf29b42cb248ff.JPG

 

Diapositiva6.JPG.57c3a746f3ae8db004c9ab2b639b58ab.JPG

 

Diapositiva7.JPG.014723933c7250c9f3b3d2717061925f.JPG

 

Diapositiva8.JPG.b27aecf8654824cabc7a2ad06a178fdf.JPG

 

Diapositiva9.JPG.d5bb4a309adb5e0c63557b932fb66503.JPG

 

Diapositiva10.JPG.4a3588f5a68d3932c0c8de1d35c5cd67.JPG

 

Diapositiva11.JPG.e40b7889b348a674bd25b77492c1be9f.JPG

 

Diapositiva12.JPG.f00b181c0d8b48f44d946cb7ab4e16a4.JPG

 

Diapositiva13.JPG.9d461b64a7e12fac26fa3d444ac74983.JPG

 

Diapositiva14.JPG.c9f4ebdbbf807e3a3b620edbd2a6973f.JPG

 

Diapositiva15.JPG.ebdd1345d9c4f1556c06b80ec3e926f1.JPG

 

Diapositiva16.JPG.efa33dc5dbce8c650af60a0c9e50fdc6.JPG

 

Diapositiva17.JPG.aefa0e311ff0ffbd4f835ac97e4abbcd.JPG

 

Diapositiva18.JPG.8734c82eaf2e046ea19b629ec7caf658.JPG

 

Diapositiva19.JPG.b5206e771ab25fd634db5b7ca3de94fe.JPG

 

Diapositiva20.JPG.20aea76bf620fea5648bf0a1586698ab.JPG

 

Diapositiva21.JPG.c225a986065011b485761e6b51dacb14.JPG

 

Diapositiva22.JPG.eb7a7788f73d22f918d9688f780d934e.JPG

 

Diapositiva23.JPG.deca9939770f36e5d0bd22ec60b6e0a0.JPG

 

Diapositiva24.JPG.ffe686b50592fda545a083cce0aed954.JPG

 

Diapositiva25.JPG.24ff7d6783d0d1d6486dbbfde3cff8d6.JPG

 

Diapositiva26.JPG.65ed4a4c557bb68e2fff09ae4ee144e9.JPG

 

Diapositiva27.JPG.037bd39bfbc4d5f60e142120d53d2bfc.JPG

 

Diapositiva28.JPG.5c6480fd031623a72a7e1ae278518b01.JPG

 

Diapositiva29.JPG.4217ff64bdf49e523607f8394b0d6783.JPG

 

Diapositiva30.JPG.500c87ea3afc732fd1b77765af40bfc2.JPG

 

Diapositiva31.JPG.114d862b59f4633a1d5ba3bf39d509df.JPG

 

Diapositiva32.JPG.0c17d74bb1fe8621d64c4bc2a74c5741.JPG

 

Diapositiva33.JPG.5fd277e3e7d37881c7a16f1eaffe5cd5.JPG

 

Diapositiva34.JPG.be4d35b29f71fb8ad91902ba762b0774.JPG

 

Conclusioni:

La rimozione atraumatica di un impianto malposizionato in zona estetica e il contemporaneo inserimento di un nuovo impianto in posizione protesicameante ed esteticamente corretta associato a una procedura di Rigenerazione Ossea Guidata (GBR) si rivela una terapia sicura e predicibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Davide Lomagno

Giacomo,i pin li lasci in sede?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Andrea Cardi

👍I like it!!!

👏👏👏👏👏👏

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF
16 ore fa, Davide Lomagno dice:

Giacomo,i pin li lasci in sede?


Come ho già detto in diverse occasioni, la scelta di rimuovere o meno i mezzi di sintesi è assolutamente ininfluente sull' outcome della procedura; una possibile indicazione alla rimozione può essere individuata nella richiesta del paziente a causa della trasparenza della testa del pin attraverso una mucosa particolarmente sottile in zona estetica.

 

Un saluto 

Giacomo Tarquini  

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luciano Morandini

:appla23:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Ruggiero

Io ho scoperto a mie spese che gli impianti post-estrattivi possono anche migrare rispetto alla posizione iniziale, non sempre ma succede

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Ruggiero

Nelle due occasioni che mi è capitato probabilmente era la seconda causa, dove non era possibile scegliere la macrogeometria più adatta a causa della vicinanza degli altri elementi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale Lo Bue

Ciao.Ti ricordi a che Torque hai svitato impianto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale Lo Bue

Si.Comunque (se ovviamente l’impianto era ben integrato) molto alto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giacomo Tarquini
STAFF

Un interessante articolo su questo argomento:

 

IMPL_REMOVAL.jpg.7c57eb5c806971d0125ff381d0b10b33.jpg

 

un saluto

Giacomo Tarquini

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

ODONTOline.it

E' una consolidata realtà dell'Odontoiatria italiana, creata da più di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
×