Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'biomateriale eterologo'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di Odontoiatria
    • Comunicazioni agli utenti
    • Presentati a ODONTOline
  • Corsi ODONTOline
    • Corsiodontoiatriaecm.it
    • Conservativa
    • Protesi Fissa
    • Endodonzia
    • Estetica E Funzione Un Legame Indissolubile Dalla Diagnosi Al Bite Terapeutico
    • Ipnosi in Odontoiatria
    • Protesi Fissa Prep. Verticale
    • Gnatologia
    • Gnatologia Slavicek
    • Ortodonzia M.E.A.W.
    • Ortodonzia M.E.A.W.
    • Ortodonzia Neuromuscolare
    • Parodontologia
    • Chirurgia Orale e Implantare
    • Uso di software 3D gratuiti in Implantologia Guidata
    • Uso di software 3D gratuiti in Ortodonzia
    • La Chirurgia Mini-Invasiva Dei Terzi Molari
    • Tecnologia Laser : Stato Dell’arte
    • Tecnica MISE
    • Management dello Studio
    • Fotografia in Odontoiatria
  • Mondo Odontoiatrico
    • Forum Generale
    • Forum Sindacale
    • Odontoiatria Legale
    • Tecnologie Digitali per la Documentazione in Odontoiatria
    • Corsi e Congressi
  • Sezioni speciali
    • Casi Multidisciplinari
    • Odontoiatria Clinica
  • Gestione dello studio
    • Gestione dello Studio
    • Odontoiatria Fiscale
    • Gestione e Manutenzione delle Attrezzature Medicali
  • Sezioni cliniche
    • Protesi
    • Gnatologia
    • Conservativa
    • Endodonzia
    • Parodontologia
    • Implantologia Computer Guidata
    • Implantologia
    • Chirurgia Orale
    • Medicina Orale
    • Ortodonzia e Pedodonzia
  • Mercatino
    • Compravendita
    • Annunci
    • Gruppi D'Acquisto
  • Sezioni off topic
    • Discussioni Off Topic
    • Auguri

Categories

  • Parodontologia
  • Surgery
  • Implantologia
  • Protesi
  • Ortodonzia
  • Odontologia Forense
  • Management dello studio
  • Fisco

Categories

There are no results to display.

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 4 results

  1. Un breve videoclip che illustra un caso clinico di un esteso difetto intraosseo risolto mediante tecnica di preservazione semplificata della papilla interdentale (SPPF) https://youtu.be/pOHbvrOMCaM Un saluto Giacomo Tarquini
  2. Viene presentato il caso clinico di una profonda lesione intraossea che coinvolge l' elemento 3.5 risolta mediante Rigenerazione Tissutale Guidata (GTR) con impiego di una membrana di tipo riassorbibile e un innesto di biomateriale di origine eterologa. Il profondo difetto si estrinseca prevalentemente sull' aspetto linguale: l' elemento presenta una mobilita' di grado 2 sec. Miller Sondaggio parodontale. aspetto linguale Sondaggio parodontale: aspetto buccale Esame rx endorale periapicale
  3. Cari Colleghi, viene presentato un caso di Rigenerazione Tissutale Guidata con rientro chirurgico a distanza di 6 mesi. Al termine della terapia parodontale iniziale, e dopo un adeguato periodo di rivalutazione, le condizioni dell' elemento 2.3 si presentano come segue: L' esame radiografico endorale evidenzia un profondo difetto intraosseo residuo sull' aspetto mesiale dell' elemento 2.3 All' esame CBCT (incidentalmente effettuato per altri motivi) e' possibile apprezzare meglio sia la profondita' che la morfologia del difetto verticale. Si rende pertanto necessaria una successiva fase chirurgica che consistera' in una Rigenerazione Tissutale Guidata (GTR). Trattandosi di un difetto adiacente a una cresta edentula, la tecnica di elezione in questi casi e' denominata "Crestal Incision"; seguendo il link sottostante, e' possibile approfondire alcuni dettagli del protocollo chirurgico: Da notare che il difetto ha una morfologia poco favorevole. Riferimenti bibliografici: Per mezzo di strumenti manuali e inserti dedicati ad ultrasuoni viene eseguito il debridement della lesione e la decontaminazione della superficie radicolare. A proposito dell'impiego di inserti ad ultrasuoni espressamente dedicati al debridement dei difetti intraossei, seguendo questo link è possibile accedere all'articolo recentemente pubblicato sull' ultimo numero della rivista Dental Tribune: http://www.dental-tribune.com/articles/specialities/general_dentistry/35302_rigenerazione_tissutale_guidata_gtr_in_difetti_parodontali_profondi.html Viene preparato un innesto composito costituito da biomateriale di origine eterologa miscelato ad una piccola quantita' di osso autologo in chips (70%:30%). Considerata la morfologia del difetto, viene selezionata una membrana in pericardio. L' innesto composito viene posizionato all' interno del difetto. La membrana viene riflessa buccalmente a copertura del biomateriale e fissata stabilmente mediante pins in titanio. Sutura crestale a punti staccati in PTFE 4-0. Aspetto dei tessuti molli al termine della guarigione (6 mesi) in visione occlusale. Esame radiografico endorale di controllo che evidenzia il completo riempimento del difetto intraosseo. Aspetto dei tessuti molli sull' elemento 2.3 al termine della guarigione (6 mesi). I sondaggi parodontali confermano clinicamente la completa risoluzione del difetto. In occasione della scopertura dei due impianti inseriti in zona 2.2 e 2.1 si decide di constatare direttamente l' effettiva riuscita della procedura di rigenerazione tissutale (nell' immagine, il S. Tommaso di Caravaggio... ) Al sollevamento del lembo e' effettivamente possibile apprezzare la presenza di abbondante tessuto neoformato che riempie completamente la precedente lesione intraossea. Raffronto clinico tra la situazione pre- e post-operatoria. Un saluto Giacomo
  4. L' inserimento di un impianto postestrattivo nelle zone latero-posteriori ha sempre costituito argomento di acceso dibattito tra i clinici. Tra i vantaggi che e' possibile ottenere da questo approccio sono riportati in letteratura la riduzione del numero di sedute chirurgiche, dei costi e del tempo totale di trattamento (Vandeweghe JOMR 2011). Oltre a questo, alcuni Autori riconoscono all' inserimento di un impianto postestrattivo una migliore outcome a livello estetico e una miglior preservazione dei tessuti duri e molli (Watzek IJOMI 1995, Schwartz-Arad JPeriodontol 1997). Di contro, va calcolato un aumento del rischio infettivo, una maggior difficolta' nel posizionamento protesicamente corretto dell' impianto, una maggior difficolta' nel raggiungimento della stabilita' primaria e una risposta dei tessuti duri e molli che nei biotipi sottili puo' essere difficilmente predicibile (Quirynen IJOMI 2007, De Rouck IJOMI 2008). Di seguito, viene presentato un caso clinico di impianto postestrattivo in zona 4.6 Immagine preoperatoria. Dopo aver compreso e rifiutato le possibili alternative terapeutiche il paziente fornisce il proprio consenso in forma scritta per un impianto postestrattivo in zona 4.6 Riferimenti bibliografici Estrazione di 4.6 mediante dispositivo piezoelettrico Alveolo postestrattivo

ODONTOline.it

E' una consolidata realtà dell'Odontoiatria italiana, creata da più di 5.000 dei suoi protagonisti: gli odontoiatri iscritti al Forum, che ogni giorno si scambiano idee, suggerimenti, aiuto, cultura, professione.
×